YES FRESH!

NATURA INNOVAZIONE TECNOLOGIA
YES FRESH! LA CALZA CHE NON C'!


Rosa


YES FRESH - azzanogroup.it


IL CONCETTO DI BENESSERE È UNA NOZIONE
IN COSTANTE EVOLUZIONE:
IL RAGGIUNGIMENTO DI UNO STATO DI BUONA SALUTE
FISICA E MENTALE.

 


Alfredo Stecchi
Ph.D Dottore di ricerca in Scienza dell'allenamento
Docente di Fitness presso l' Università di Roma Tor Vergata

Abbiamo la necessità di assicurare al piede dello sportivo il massimo comfort in rapporto con una scarpa e una calza di qualità garantendo al piede, alla caviglia e alla gamba più caratteristiche naturali possibili. Riprodurre cioè tutte le condizioni che assomigliano alle condizioni che si sono presentate durante il lunghissimo percorso evoluzionistico dell'uomo
Se nell'uso quotidiano, nello sport e nel fitness la scarpa ha lo scopo di ridurre lo stress dell'impatto al suolo e di migliorare il più possibile la performance, la calza oltre a consentire il perfetto utilizzo della scarpa deve garantire il miglior comfort cutaneo e permettere un ottimale ritorno venoso, a differenza di altri distretti articolari, di altri apparati o di altre parti del nostro corpo, il sistema igenico del piede ed il meccanismo circolatorio del ritorno venoso attuano la loro migliore funzione se si riescono a creare le condizioni più vicine a quelle naturali.
Il miglior comfort cutaneo può realizzarsi indiscutibilmente con l'utilizzo di materiali naturali e con un sistema di traspirazione che riduca l'umidità.
Nessun sistema come questo è in grado di riprodurre l'ambiente naturale a cui l'uomo è stato abituato per milioni di anni: quasi come se camminasse scalzo.
Condivido in pieno allora, la scelta di YES FRESH! che andrebbe ad esaudire le esigenze naturali della pelle, del piede e del sistema circolatorio.


 


Barbara Faggian
Docteur en ostéopathie
C.E.R.D.O : centre pour l’Étude, la Recherche et la Diffusion Ostéopathiques - Sezione di Milano

“Quello su cui voglio mettere l’attenzione è la pelle, un elemento quanto mai attivo e in piena comunicazione con il nostro organismo attraverso la stimolazione dei recettori, neuro trasmettitori capaci di attivare il sistema analgesico endogeno attraverso stimoli sensoriali.

Sono un’osteopata e affronto problematiche dei miei pazienti legate alla quotidianità quali la postura inadeguata davanti alla scrivania, ore in piedi, in macchina e poco tempo per pranzare: incominciamo a semplificarci la vita e stare meglio.

Il concetto yes fresh! sembra nato apposta per soddisfare questa necessità. I principi sono semplici e per questo geniali. Tessuti naturali capaci di favorire la traspirazione della pelle e quindi avere una maggiore confortevolezza, la fibra naturale che fa stare asciutti e un sistema di elastocompressione per migliorare il ritorno venoso, sembra essere un principio in netto parallelismo osteopatico, nonchè di benessere globale.

All’osteopatia spetta di ricercare la causa-effetto di perturbazioni anatomico funzionali e ripristinare la fisiologica funzionalità dei sistemi, a voi di rendere la vita più salutare a cominciare dai nostri piedi.”


 

foto dottor gherardi

Dott. Gabriele Gherardi
Medico Competente
Specialista Medicina del Lavoro
Direttore Sanitario del centro Marconi 2 di Bologna

Oggigiorno le calzature antinfortunistiche, nelle loro numerose varianti, hanno trovato larghissima diffusione, essendo dispositivi di prevenzione individuali (DPI) indispensabili nella prevenzione degli infortuni ai piedi.
Tuttavia a noi medici del lavoro, è ben nota la difficoltà che taluni lavoratori incontrano nel tollerarle, per via delle loro caratteristiche (suola rinforzata, puntale indeformabile, ecc...) che se da un lato ne garantiscono la capacità protettiva, dall’altro provocano disagio ed ostacolano l’integrazione scarpa-piede.

Perciò è veramente significativo un sistema come
YES FRESH!, che migliorando la traspirazione e riducendo l’umidità, interviene correggendo uno dei limiti di una calzatura che, in particolare per certe attività lavorative, non può essere traspirante e per giunta deve essere obbligatoriamente indossata per tutto il turno di lavoro.

Attraverso questa tecnologia, viene quindi centrato l’obiettivo di avvicinare l’ambiente interno della scarpa a quello naturale, in cui il piede si è trovato per milioni di anni con incremento della percezione di benessere e della tolleranza della calzatura stessa.